© 2018          MATTEO RAMPIN ARCHITECTURE

  • Bianco Google Places Icona
  • White Facebook Icon
  • Archilovers B
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Pinterest Icon
  • White YouTube Icon
  • White Vimeo Icon
  • Bianco Google+ Icon
Project M_008

CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN'OPERA D'ARTE PER L'ABBELLIMENTO DELLO STABILIMENTO TERME DI LEVICO 2010

“Aggregation of Matter” è una scultura nata dalla ricerca di far coesistere insieme materiali semplici e imponenti quali pietra, acciaio e vetro con la naturalezza e freschezza rappresentata dall’elemento più vitale che è l’acqua. 
La forma scultorea nasce dall’idea di aggregazione di più materiali creando così una sensazione illusoria di movimento di questi elementi nello spazio. Ne deriva una forma apparentemente monolitica, ma nello stesso tempo dinamica.
 Il modulo si ripete (vedi FASCIA 01 - 09 nel disegno) sempre della stessa forma e misura, l’unica cosa che varia sono i materiali.
 La pietra nella sua forma massiccia e naturale rappresenta la montagna incontaminata, l’acciaio corten nella sua ossidazione con le sue proprietà riprende ideologicamente la composizione chimico – fisica delle acque minerali di Levico e Vetriolo classificate tra le arsenicali – ferruginose. 
L’acqua che scorre libera in mezzo alla scultura ne assimila simbolicamente le proprietà organolettiche, funge inoltre da collante tra tutti gli elementi della scultura e al tempo stesso rappresenta in modo primario l’elemento principale delle Terme di Levico, dove da molto tempo l’uomo trova ristoro e beneficio.
 L’acqua scorre dall’alto verso il basso insinuandosi tra i vari elementi della scultura, unendo con la sua limpidezza l’acciaio, la pietra e infine il vetro.
 Il vetro è un altro elemento fondamentale che con la sua leggerezza si contrappone alla forza della pietra e alla ruvidità dell’acciaio e con la sua trasparenza, oltre ad infrangere la luce all’interno della scultura, rappresenta la purezza dell’acqua.
 

1/2