© 2018          MATTEO RAMPIN ARCHITECTURE

  • Bianco Google Places Icona
  • White Facebook Icon
  • Archilovers B
  • White Twitter Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Pinterest Icon
  • White YouTube Icon
  • White Vimeo Icon
  • Bianco Google+ Icon
Project M_004

RIVA 1920 Industria Mobili S.p.A. | 2°Concorso di Idee “Tra le Briccole di Venezia” 2012

Architetto Matteo Rampin + Architetto Leonardo Pugin

IMMERSO

"Le “Briccole” e l'acqua. Le prime immerse nella seconda. La “Briccole” è costantemente erosa dall'acqua, un oggetto che acquista il significato più autentico del suo essere proprio nella sua impersistenza, nell'esposizione all'usura, nel degradare continuo della sua superficie. Nel tavolo "Immerso" si richiamano questi stessi elementi che, anziché vivere un rapporto in divenire, sono cristallizzati in un nuovo significato.L'insieme genera un parallelepipedo solido e semitrasparente dove i tronchi sono disposti in un libero gioco aggregativo.

______________________________________________________________

CONGIUNZIONI NATURALI

Legno naturale modellato dalla natura, questa è la “Briccola”.Questo nobile elemento è usato dall’uomo nella laguna di Venezia come segnale di bassi fondali, rotte per navi, ormeggio...Nel corso degl’anni l’acqua marina e i molluschi lo modellano e ne creano una nuova versione. Ancora una volta la natura ci è testimone della sua potenza e bellezza.Ecco allora che questo prezioso legno incontra uno dei suoi fratelli presenti in natura.Pietra, minerale, marmo e legno fossile che pazientemente la natura nel corso dei millenni ha saputo plasmare in forme e colori così delicati da incantare la vista.I due materiali si congiungono naturalmente.Si fondono assieme in un'unica armonia, frutto dell’amore e della passione.

______________________________________________________________

OBLIQUE

Oblique nasce dalla necessità di valorizzare, per contrasto, le linee tese, gli spigoli netti, la pulizia della linea retta in contrasto al naturale aspetto di usura delle briccole. Tale ossimoro materico è realizzato attraverso il legno di quercia e l’acciaio, materiali già funzionalmente uniti nelle briccole (i pali e i nastri di acciaio che li tengono “legati” alla sommità) che nel tavolo Oblique sono risignificati nelle loro nuova funzione. 

1/1